Redditometro assicurazione auto e moto

 

 

Arriva il redditometro e per tutti i contribuenti scattano nuove forme di controllo incrociato tra quanto dichiarato nella propria dichiarazione dei redditi e quello che invece viene speso per l’acquisto di beni e servizi.

Secondo lo schema fornito ai media da parte dell’Agenzia delle Entrate che ha curato il modello di analisi, saranno quasi 100 le voci di spesa analizzate dal super cervellone del Ministero delle Finanze.

Tra le voci presenti molte afferiscono all’ambito dei trasporti e quindi auto, moto ma anche barche e velivoli. Occhio dunque ai costi di gestione dei vostri mezzi trasporto che potrebbero finire nella lente di ingrandimento del fisco.

Adesso, mantenere bassi costi di possesso ad esempio andando a stipulare online la polizza per l’assicurazione moto in siti come questo, non solo ci permetterà di risparmiare in fase di acquisto della polizza stessa ma ci metterà anche meno “in vista” di fronte ai controlli degli ispettori fiscali che considereranno non solo i costi della RCA di base ma anche eventuali polizze opzionali come il furto ed incendio o la kasko.

Nello specifico le voci di spesa che verranno controllate saranno quelle relative all’acquisto di nuovi veicoli, la cui reale proprietà verrà verificata tramite i registri delPRA. In base al tipo di veicolo ed alla cilindrata verranno stimati anche i relativi consumi di carburante medi e le spese per la manutenzione del veicolo stesso, ovvero riparazioni e ricambi che mediamente vengono sostenuti durante l’arco dell’anno.

Un’altra voce analizzata sarà quella relativa ai servizi di leasing, basandosi sui costi stimati direttamente dagli operatori del settore. Riguardo a questo punto bisogna specificare che rientreranno nei calcoli del Redditometro solo le rate del canone di servizi di leasing dei quali il contribuente risulta beneficiario, mentre invece non saranno incluse le eventuali maxi rate finali con cui è possibile riscattare i veicoli al termine del periodo di leasing.

Comments

comments

Lascia un commento